"DIETA MEDITERRANEA"
Il più Autorevole e Longevo Racconto tra l'Uomo e la Natura

Ancel Keys: lo Scienziato che ha promosso le virtù della Dieta Mediterranea

Ancel Keys fu, senza ombra di dubbio, uno fra i più grandi uomini di Scienza del secolo scorso.
Il Dottor Keys fu lo scopritore scientifico e il maggior promotore della Dieta Mediterranea. Egli per primo seguì per la sua vita i suoi stessi consigli alimentari, fino al punto di decidere di tascorrere parte della sua vita in Italia (questa cosa la dice lunga sull’idea che Keys aveva a riguardo della paternità della Dieta Mediterranea).
Egli dedicò tutta la sua vita professionale ai modelli alimentari in relazione con la salute delle persone.
Ma negli Stati Uniti, Keys era conosciuto anche per la razione “K”, la famosa piccola quanto altamente nutriente scorta alimentare grazie alla quale centinaia di migliaia di soldati potettero sostenersi durante la seconda guerra mondiale.

Ancel Keys è autore del celebre libro Eat Well And Stay Well  nel quale racconta la sua Ricerca di punta in campo nutrizionale  iniziata nel 1958, il colossale Seven Countries Study, che documenta le abitudini alimentari di 12.763 uomini sani di mezza età viventi in sette distinti Paesi: Italia, Grecia, Jugoslavia, Olanda, Finlandia, Giappone e US. Grazie a questo grande Studio epidemiologico si riscontrò, per la prima volta in assoluto, che c’è una netta relazione fra stile alimentare, esercizio fisico e insorgenza di malattie cardiovascolari.

Italiani e Greci risultarono più sani degli Americani e dei Finlandesi, i quali, osservò Keys, sono abituati a mettere il burro sul formaggio.

Gli esiti scientifici del celebre Studio dei Sette Paesi decretarono, per la prima volta al mondo, che i pasti Mediterranei, a base di frutta, verdura, pane, pasta, pollo, pesce, olio d’oliva e un po’ di vino, con carni rosse, uova e prodotti lattiero-caseari consumati più come contorni, fornivano apporti minimi di grassi saturi ed erano fortemente protettivi nei confronti dell’insorgenza di patologie cardiovascolari.

English

The “Doctor” who promoted the virtues of the Mediterranean diet

Ancel Keys was, without doubt, one of the greatest men of science of the last century.

As the identifier and promoter of the Mediterranean Diet, Dr Ancel Keys followed his own eating advice, even to the point of living part time in Italy. (What this says a lot on the idea that Keys had about the paternity of the Mediterranean Diet). His lifetime’s work, was devoted to people’s eating and health.

But in the US, Keys was also known for K-rations, the small but highly nutritional food pack he devised, which kept hundreds of thousands of soldiers going during the second world war.

He wrote a popular book Eat Well And Stay Well  which was based on his decades-long landmark research project begun in 1958, the Seven Countries Study, which documented eating habits of 12,763 healthy middle-aged men living in Italy, Greece, Yugoslavia, Holland, Finland, Japan and the US. It found that heart attack rates corresponded to diet and exercise.

Those living in Greece and Italy were healthier than those in the US and Finland, where, he observed, they even put butter on their cheese. He concluded that Mediterranean meals of fruit, vegetables, bread, pasta, chicken, fish, olive oil and a little wine, with red meat, eggs and dairy products acting more as garnishings, provided less saturated fats, which caused heart disease.